Testata Clan
 

Figli di Gaia

In tempi antichi, quando i licantropi sfoltivano gli umani e si facevano guerra l'un l'altro, membri ribelli di ogni tribù si unirono e presero il nome di Figli di Gaia. Si batterono per la pace e per porre fine all'Impergium. Ma si batterono con la volontà propria dei martiri, e un numero sufficiente di Garou ascoltò le loro parole da riuscire a riunire le tribù… unite a sufficienza da fermare le uccisioni, almeno. Così nacquero e furono forgiati i Figli, l'unica tribù nata dal desiderio di pace. Oggi, i Figli viaggiano di sept in sept, da branco a branco, mediando dispute e tentando di mostrare ai Garou che il loro scopo comune - la difesa di Gaia - è troppo importante perché possa essere perso di vista a causa di costanti battibecchi sulle differenze. L'armonia, dichiarano i Figli, è una delle armi migliori che hanno per combattere i loro veri nemici. Per i Figli, Gaia è una madre amorevole, e il veleno del Wyrm viene semplicemente dalla mancanza del Suo amore. Quando vengono espresse con questi elementi basilari, insistono, tutte le "complessità" delle divergenze delle altre tribù si appianano molto facilmente. Sebbene la loro reputazione come pacificatori ha fatto guadagnare loro del rispetto (anche se malvolentieri), i metodi dei Figli vengono spesso derisi. Alcuni li ritengono "toccati" che sprecano il loro tempo; altri dileggiano il concetto di pace in una società di guerrieri. Ma i Figli di Gaia difficilmente evitano appositamente i confronti. Quando viene destata, la Furia di un Figlio può essere terribile, certe volte anche più del normale perché è stata rinchiusa per lungo tempo. E la tribù capisce anche che certe volte i licantropi sentono il bisogno di "sfoderare gli artigli e andare in città". Sfortunatamente, comunque, la violenza è un "mezzo" che fin troppo spesso diventa un "fine" (come i Figli dicono spesso guardando i Cuccioli di Fenris di traverso). Quando due Garou combattono, probabilmente uno morirà, e sicuramente il sopravvissuto sarà più debole a causa dello scontro. L'unico vincitore è il Wyrm. Quando un licantropo uccide un umano normale e non corrotto solo perché è nel posto sbagliato al momento sbagliato, i cari di questo umano soffriranno. E la sofferenza è uno stato che beneficia solo il Wyrm. Mentre le altre tribù si stanno rimpicciolendo sempre di più, i Figli di Gaia si stanno mantenendo sorprendentemente bene. Se non stanno crescendo, per lo meno si stanno assottigliando molto più lentamente. Il principale motivo è che la tribù accetta qualunque Garou chieda di essere accettato. Sono una rarità tra le tribù in quanto sono più tolleranti o persino gentili coi loro metis - in pratica li trattano come loro pari. Per questo, molti metis li cercano per essere accettati come membri. Inoltre, molti maschi nati nelle Furie Nere trovano il loro posto tra i Figli di Gaia. Per di più, i membri della tribù sono sempre attenti nel cercare i Cuccioli Perduti, è se uno di loro non appartiene senza ombra di dubbio ad una particolare tribù, i Figli lo accoglieranno con piacere. I Figli di Gaia formano branchi liberali e sept ancora più liberali. Non osservano il rango e la gerarchia tanto rigidamente quanto le altre tribù, e anche se non sono per niente puramente democratici, gli anziani tentano di ottenere un certo grado di consenso tra i membri della sept coinvolti. Ogni sept ha due anziani che prendono la guida delle dispute per mediarle. Questi sono conosciuti come la Voce della Dea (sempre una femmina) e il Braccio della Dea (sempre un maschio). Si tratta della tribù più attiva nelle organizzazioni ambientaliste degli umani. Attraverso una vasta rete di studenti, insegnanti, lobbisti e altri attivisti Kinfolk, hanno fatto passi da gigante cambiando gli atteggiamenti e appoggiando le leggi favorevoli all'ambiente che altrimenti dai membri del Congresso non avrebbero ricevuto altro che una lettera del tipo "grazie del suo interessamento." Gli sforzi per migliorare le condizioni dei Nativi Americani hanno aiutato ad aumentare il loro status agli occhi degli Uktena e dei Wendigo, anche se molti di questi continuano ancora a brontolare "troppo poco, troppo tardi." Anche se pochi all'esterno della tribù lo sanno, i Figli sono divisi su quanta istruzione sia necessaria o ammissibile. Una fazione crede che certi umani non-Kinfolk non sarebbero solo pronti a conoscere la verità riguardante Gaia e i licantropi, ma - galvanizzati da questa conoscenza - sarebbero anche alleati indispensabili. Questa fazione ha già reclutato alcuni individui scelti, ma vorrebbero che questo divenisse una pratica molto più diffusa. Gli altri sono diffidenti, visto che realizzano quanto sarebbe pericoloso se tali informazioni cadessero nelle mani sbagliate. Inoltre sanno che il resto della Nazione Garou probabilmente li perseguiterebbe per aver lasciato cadere il Velo (trasgredendo così alla Litania). Una piccola ma crescente minoranza sente che è comunque troppo tardi per tali misure. L'Apocalisse li sovrasta, argomentano, e non c'è tempo per nient'altro a parte l'ultima raccolta di forze. Questi rigidi Figli di Gaia pensano che le altre tribù dovrebbero "sbrigarsi o star zitte." Dovrebbero serrare i ranghi vicino a loro o essere lasciate da sole perché se la cavino da sole. Un'ultima fazione crede che, sebbene porre fine all'Impergium fu la cosa giusta da fare, i Garou avrebbero dovuto trovare un altro metodo per intralciare l'espansione del Weaver. Scegliere il minore tra due mali, dicono, è comunque scegliere un male. Tristemente, queste divisioni dimostrano che i Figli di Gaia fanno fatica, ora più che mai, a porgere l'altra guancia. Si sono impegnati a promuovere la pace per millenni, solo per scoprire che sia gli umani che i licantropi sembrano avere un bisogno di guerra congenito. Sebbene tutti i progressi che la tribù ha compiuto, c'è ancora molto da fare e poco tempo per farlo. C'è poco da meravigliarsi che un tono di amarezza si è insinuato nelle richieste di armonia della tribù.

Aspetto: I Figli di Gaia homid provengono da tutte le razze e le culture. I Figli di Gaia lupus sono forti e dalle membra nette, con delle chiazze bianche sui loro manti grigi e marroni. Mentre le forme Lupus delle altre tribù irradiano pericolo e una freddezza ferale, i Figli trasmettono calma, quiete e grazia che possono sia incutere paura che calmarla.

Kinfolk: I Kinfolk dei Figli di provengono da qualsiasi nazionalità. Tendono ad essere insolitamente attivi e consapevoli riguardo a questioni ambientali e sociali, fatto che crea una rete di contatti per i loro parenti Garou.

Territorio: I Figli di Gaia provennero originariamente dalla Fertile Falce e dalla Fenicia, ma la tribù ha viaggiato per millenni per giungere dove ce n'era più bisogno. Al giorno d'oggi, la maggior parte dei Figli vede il Nord America come un buon quartier generale, ma sono diffusi per il globo dove sono necessari.

Organizzazione: I Figli di Gaia si possono trovare dappertutto nel mondo. Ovunque ci siano conflitti da risolvere o sofferenze da alleviare, probabilmente ci saranno dei Figli di Gaia o i loro Kinfolk a tentare di farlo. La tribù non è dominante in nessuna area; preferiscono diffondere il loro messaggio più possibile. Molti Figli sono nomadi o sono coinvolti in missioni di altre tribù. Alle tribù che hanno rigide strutture gerarchiche di dominazione, i Figli di Gaia sembrano essere completamente senza leader; i loro leader incoraggiano i Garou loro sottoposti a partecipare nelle decisioni e nel determinare la politica della tribù. E' vero che la tribù non ha un leader generale. Comunque i Figli di Gaia comprendono il valore di un buon governo e hanno tentato - con differenti gradi di successo - di far sì che alcune società umane seguissero le loro indicazioni. Ogni sept ha una struttura di comando composta da tre figure. La Voce della Dea, un ruolo tradizionalmente femminile, è colei che compone le leggi e le politiche della sept. Il Braccio della Dea, normalmente un maschio, spesso un metis o un anziano che non è più nell'età per avere figli, agisce da giudice e interprete della volontà di Gaia.

Totem Tribale: Unicorno

Forza di Volontà Iniziale: 4

Restrizioni sui Background: Nessuna.

    Frange:  
  • Attacco Imminente: "Ma non vale la pena di avere aiuto dagli altri? Specialmente se c'è qualcosa come l'Apocalisse in arrivo? C'è qualcuno in questa tribù che è in grado di combattere?" "Ringer, ci sono molti Figli che cercando la strada della pace, ma senza escludere la possibilità di restituire il colpo. L'Attacco Imminente - loro erano i più aggressivi in questo senso. Loro erano disposti a combattere da solo nell'Ultima Battaglia." "Da soli? Come?" "Beh, non era qualcosa volevano. Ma non volevano dover tenere d'occhio le altre tribù - o camp - che non fossero riuscite a guardarsi le spalle da sole al 100%. Vedi, il ragionamento era questo: la maggior parte delle altre tribù, e degli altri camp, semplicemente non erano in grado ci cooperare pienamente a causa di vecchi rancori. I Signori delle Ombre erano troppo ossessionati dalla gerarchia e le catene di comando assolute. Ai Fenrir non interessava se i Garou sarebbero sopravvissuti all'Ultima Battaglia oppure no, purchè riuscissero a vincerla - quindi non erano affidabili. Le Furie Nere erano troppo esclusive, gli Uktena troppo vicini al nemico, le Zanne troppo malate, e così via. Per quanto riguardo il resto dei Figli di Gaia, beh, l'Attacco pensava che non fossimo disposti a percorrere quel miglio extra per poter vincere la guerra; erano convinti che non avremmo rinunciato ai nostri ideali se avessimo dovuto farlo." "Quindi immagino che la chiamata di True…" "Sai, ho parlato ad uno dell'Attacco non molto dopo, e gli chiesi se la nuova unità era ciò che stava cercando. Rispose 'se tutti l'avesseso subito abbracciata, allora sì, sarebbe stato quello che cercavo. Ma non è stato così. Sembra che il resto della tribù non sia ancora pronto.'" "Che stronzo." Jonè fece il brocio. "Non ne hai idea. Questi tizi erano dei duri. Coltivavano le arti marziali, l'Iskakku, quelle cose lì, collezionavano feticci di guerra, si addestravano tutto il tempo, e una volta ogni tanto ci venivano da noi e ci facevano qualche indovinello, testandoci per vedere se eravamo pronti per l'Ultima Battaglia. Adesso non se ne sente parlare spesso ma c'è ancora un buon numero di membri della nostra tribù che continuano a migliorare le loro abilità da battaglia, a prepararsi. Non credo che l'Attacco Imminente si sia sciolto davvero. Penso che siano ancora là fuori, solo che adesso mi chiedo se non stiano cercando di reclutare altre persone dalle altre tribù anzichè da noi." Sospirò. "Spero che non abbiano rinunciato a noi, ci spero davvero. Voglio dire, non erano certo i mgiliori pacificatori, ma cavolo quant'erano bravi a insegnare agli altri a difendere i lavori che il resto di noi aveva compiuto."

  • Azione Paziente: è un camp che accoglie tutti coloro che hanno bisogno aiutandoli e curandoli, non hanno paura della violenza ma dicono che deve stare al suo posto. Sono praticamente gli Hippy degli anni '60 sempre pronti a fare proteste pacifiche.

  • Cercatori delle Tribù Perdute: i Cercatori sono un camp anomalo infatti si occupano di far rivivere le leggende; in che modo? Cercando gli ultimi sopravvissuti delle tribù distrutte (Bunyip, Ululatori Bianchi, Croatan) e preservandoli, cercando di far rinascere queste tribù ormai distrutte.

  • Consacrati: questi Garou sono dei veri pacifisti, rifiutano ogni tipo di violenza e ogni compromesso su questa cosa. Sono dei saggi che possono aiutare i Garou a calmare la loro rabbia grazie a molti Doni e riti da loro conosciuti che vanno in questo senso; ma d’altra parte per le loro convinzioni sono del tutto inutili in battaglia se non come guaritori.

  • Portatori della Pace Eterna: non un vero e proprio camp, piuttosto un numero di Figli di Gaia che sono diventati Danzatori della Spirale Nera ma ancora non lo sanno. Sono quei rari Figli di Gaia che cedono al lato più oscuro della 'pace', la pace del Wyrm, la pace della morte. Dicono che se l'Apocalisse arrivasse, lascerebbe il mondo in completa pace alla sua fine, e quindi fanno ciò che è in loro potere per propiziarne l'inizio.

  • Servitori dell'Unicorno: questi Garou credono fermamente che la guerra potrà essere vinta solo in un modo, con l’unificazione delle tribù. Lavorano alacremente in questo senso cercando di appianare le divergenze fra le tribù e proponendo soluzioni pacifiche e unificanti per evitare guerre che diversamente non farebbero che indebolire la Nazione Garou. Sono sicuramente il camp più numeroso.