Testata Clan
 

GIOVANNI

La nascita di questo clan risale a circa 900 anni fa, quando il capostipite Augusto Giovanni condusse i propri fratelli alla distruzione dei Cappadocii. Anticamente tra i 13 clan originari vi erano appunto i Cappadocii, una stirpe di studiosi interessati soprattutto al fenomeno della morte e caratterizzati da un pallore cadaverico che li rendeva simili ai corpi che studiavano. Il fondatore di questa stirpe vampirica, Cappadocius, durante le sue ricerche si interessò ad una famiglia di mercanti veneziani dedita a culti necromantici, e decise di rendere ghoul ed in seguito di abbracciare l'intera stirpe. I Giovanni lo ringraziarono del dono ribellandoglisi e distruggendo lui e tutti i suoi discendenti. Augusto si rifiutava di perseguire lo scopo dei Cappadocii, ovvero far ascendere il clan al paradiso, preferendo optare per un nuovo fine: spalancare le porte dell'Ade e portare l'inferno in terra. Gli altri clan ovviamente non apprezzarono la distruzione dei Cappadocii e mossero guerra al neonato clan. Tuttavia dopo quasi un secolo di schermaglie i Giovanni riuscirono ad accordarsi con i loro avversari promettendo di non intervenire nella politica dei fratelli, e fino ad ora hanno mantenuto la promessa continuando tuttavia a perpetrare i loro oscuri piani nascondendosi dietro i loro vasti patrimoni e la loro facciata di rispettabilità.

Struttura del Clan: L'antica tradizione di rendere ghoul solo membri della loro famiglia e di abbracciare i più meritevoli rende questo clan estremamente unito e fedele. Inoltre i Giovanni sono rigidamente controllati e si tengono in costante contatto. Augusto Giovanni governa ancora il clan con pugno di ferro ed è necessario il suo permesso per abbracciare un mortale.

Soprannome: Necromanti

Aspetto: I Giovanni solitamente vestono in maniera elegante, per mantenere sempre un alone di rispettabilità.

Rifugio: I membri di questo clan abitano in grandi ville o appartamenti di lusso, normalmente però hanno anche un nascondiglio segreto nelle fogne o nei cimiteri

Discipline di Clan: Dominazione, Necromanzia, Potenza

Debolezze: Nella lotta con i Cappadocii, i Giovanni distrussero anche le Lamie, una fazione guerriera del clan, commettendo diablerie. Tuttavia da esse ereditarono il "Bacio della morte". Ciò comporta che ogni volta che un Giovanni si nutre di un essere vivente, il suo morso causa sempre il doppio dei danni. Tra i membri del clan tuttavia ve ne sono alcuni, soprattutto tra i più anziani, che hanno mantenuto il difetto dei Cappadocii possedendo un pallore cadaverico.

Conseguimento del Prestigio: Vi sono due modi per ottenere potere tra i Giovanni. Il primo, più semplice, è quello di ottenere ed accumulare grandi ricchezze. Il secondo, più difficile, è quello di scoprire nuovi aspetti della morte tramite le arti e la magia.

Dicono: "Nessun altro essere al mondo ha una comprensione della morte profonda e vasta quanto la nostra. Non c'è mistero più grande, non esiste aspetto dell'esistenza che influisca su ogni istante quanto quello in cui essa giunge al termine. Capirlo fino in fondo renderebbe onniscienti".