Testata Clan
 

NAGARAJAH

Leggendo lo "Storytellers Handbook" e "Dirty Secrets of the Black Hand" notiamo discrepanze significative e variazioni sulla storia, modo di agire e malus del clan stesso. Pertanto ci è sembrato giusto scrivere entrambi per dare una scelta e un idea a chi ,frequentando questo sito, volesse farsi un idea su questo clan. Abbiamo così deciso di mettere tra parentesi quadre [] tutte le differenze viste nel libro "Vampire Storytellers Handbook. "La più grande paura è quella dell'ignotoÔÇŽla paura della morte. Tu non puoi sapere da dove arriverà, ma io, mio caro amico, so dove andrai, perché sono stato lì. Potrei portartici ora, ma non ti piacerebbe ciò che troveresti. Il tuo fato è inevitabile, ma se mi servirai, ti proteggerò finché ne avrò la possibilità." Molti, molti secoli fa, i maghi della Tradizione Euthanatos compirono numerosi esperimenti con il sangue dei Fratelli. Alcuni dei più folli miravano a trasformarsi in vampiri senza subire direttamente l'Abbraccio. La loro capacità di manipolare il sangue, unite all'innata natura magica, produssero i Nagaraja, una Stirpe di cannibali, Necromanti e temuti servitori della Vera Mano. I Nagaraja differiscono dagli altri Fratelli in quanto per nutrirsi devono necessariamente consumare della carne; questa peculiarità è stata causa della loro pessima fama, e del disgusto che la loro presenza provoca nei Clan "nobili" dei cainiti. Inoltre, questa Stirpe si è distinta per la capacità di manipolare l'Oblivion, il vuoto dell'Underworld. I Nagaraja sono anche maestri di Necromanzia, che hanno appreso dagli Euthanatos e dalla Mummia Inauhaten. La Stirpe investe molti sforzi in strani e terribili esperimenti Taumaturgici e Necromantici. Alcuni (soprattutto Giovanni) li vorrebbero responsabili della creazione dei Samedi, ma finora i Nagaraja hanno sempre negato con forza. [Questa bizzarra linea di Sangue di streghe mangiatrici di carne umana sembra sia stata cacciata fino alla quasi totale estinzione dai loro nemici politici e dalle wraith stesse che loro stessi avevano richiamato. I nagaraja sono molto riservati sulla loro origine, ma si pensa che facessero parte di un culto di necromanti dell'Asia centrale.Alcune voci dicono che siano molto legati ad alcuni ordini di maghi. Ma i nagaraja non troppo esigui per chiederglielo direttamente.Altri invece ipotizzano che siano un esperimento mal riuscito di ciò che avevano già fatto i Tremere,ovvero, rubare la vitae per acquisire il dono dell'immortalità. Sono custodi di grandi segreti e talmente esperti di necromanzia tanto da esser superiori a molti Giovanni, tanto da far vociferare di aver legami stretti con questi ultimi. D'altra parte le abitudini alimentari dei Nagaraja hanno portato ad allontanarli dal resto della società umana e vampirica. Si pensa che i nagaraja rimasti siano una dozzina scarsa.]

Soprannome: Mangiatori di carne.

Aspetto: i Nagaraja preferiscono vestirsi in nero, bianco o rosso sangue. Di solito i loro vestiti hanno un taglio classico, ma non mancano membri che preferiscono giacche di pelle e jeans. È molto comune che indossino giacche con il cappuccio, e quasi tutti portano con sé gli elementi necessari ai loro riti necromantici anche nel Mondo Vivente. Nell'Underworld, solitamente indossano le vesti cerimoniali degli Euthanatos. Un altro oggetto da cui non si separano è il pugnale sacrificale, oltre a bisturi ed altri strumenti medici (culinari) necessari a tagliare le carni umane di cui si nutrono. [Dato che le loro abitudini alimentari non passano molto inosservate vestono sempre con abiti comuni , che solitamente porta la gente, evitando così abiti troppo vistosi o "fuori tempo".Il loro aspetto è solitamente Nord Africano,Asiatico o Centro asiatico.

Rifugio: sulla terra, i Nagaraja spesso "vivono" nelle case ritenute stregate, dato che sembrano fornire accessi più facili per l'Underworld. Di solito posizionano i loro giacigli ed i laboratori (insieme alle scorte di cibo) negli scantinati, usando il resto della casa per gli ospiti, e per gli alloggi dei servitori.

Background: la maggior parte dei mortali che sono scelti per la Stirpe dimostrano già prima dell'Abbraccio un forte interesse per la morte, ma solo a livello di studio teorico. Per questa ragione, spesso Abbracciano dottori, preti, occultisti, filosofi e parapsicologi. I prescelti spesso hanno già superato i quaranta anni, ma alcuni preferiscono attendere ancora più a lungo per l'Abbraccio.

Creazione del Personaggio: la quasi totalità della Stirpe è composta da dilettanti o professionisti, sebbene occasionalmente siano Abbracciati anche criminali e sbandati. È lecito ogni tipo di Natura e Carattere, ma i più comuni sono la Natura Deviato ed il Carattere Solitario. Gli Attributi Mentali sono generalmente primari, come le Conoscenze. I Background più diffusi sono Alleati, Contatti e Seguaci.

Discipline della Stirpe: Auspex, Necromanzia, Nihilistics [Dominazione sostituisce Nihilistics nella versione Revised]

Nota di Redazione: Non capiamo come mai abbiano potuto togliere la loro disciplina,che li rendeva utili,oltre a un motivo valido per giocarli,visto il loro pesante malus di clan, rendendoli simili ai dei Giovanni (con Dominazione).

Punti Deboli: per nutrirsi i Nagaraja sono costretti a divorare carne fresca, anziché bere sangue. I cadaveri non devono essere decomposti, ed i Nagaraja conoscono rituali speciali mirati a conservare la carne per settimane (o più a lungo). Per ogni notte in cui non si cibano di fresca carne umana (può provenire da una fonte vivente o morta), perdono un dado nei tiri che coinvolgono gli Attributi Fisici; questa penalità scompare al momento del pasto. Un umano medio ha 10 Punti Sangue sotto forma di carne, ed ogni punto preso da una vittima vivente infligge ad essa una ferita.

Sentieri Preferiti: il Sentiero della Morte e dell'Anima e quello del Self-Focus sono i più seguiti dalla Stirpe, ma non mancano gli osservanti del Sentiero di Lilith o del Scorched Heart.

Organizzazione: è raro che membri dei Nagaraja si riuniscano assieme, dato che ciascuno di questi vampiri è estremamente riservato. I più hanno inventato i propri rituali segreti, e l'unica cosa che potrebbe spingerli a riunirsi è la volontà di condividere questa conoscenza (al giusto prezzo). [Essendo troppo pochi e vivendo molto isolati è pressochè impossibile un loro raduno.Raramente incontrano pure altri fratelli, ma se lo fanno è solo per apprendere nuovi segreti.

Conseguimento del Prestigio: generalmente scoprire nuove interpretazioni di arte, morte e magia conferisce molto Prestigio tra i Nagaraja, come esplorare nuove regioni dell'Underworld.

Dicono: "Siamo i soli a conoscere realmente le porte dell'Inferno, i soli ad aver parlato con gli spiriti dei non morti e con i demoni stigei; di conseguenza siamo i soli ad apprezzare appieno i vantaggi della Non-morte". [Dicono: "Ho visto l'inferno,ed era la mia casa fatta di ossa.Ora va prima che ti spedisca là!"]