Testata Clan
 

DISTRUTTORI

L'Età dell'Ira fu lunga e dura. Molte buone persone e valorosi Elohim soffrirono e morirono. Persero ogni illusione. L'onore si dissolse nel pragmatismo, naufragando sotto il peso di vendetta, odio e pura disperazione. Gli uomini scoprirono il male e gli Angeli impararono ad abbracciare l'odio. Alla fine della guerra, molti tra i Caduti non erano altro che macchine vivendi di distruzione, e la loro gioia nella creazione si era corrotta in un amore per l'annichilimento. Erano folli, crudeli e degradati ben prima che la guerra fosse persa. Prima di essere privati di gran parte del loro potere, prima di essere condannati ad ammattire all'Inferno, per l'isolamento e la perdita, per un periodo di tempo che sembrava essere infinito anche per esseri eterni. Ora, questi amareggiati e adirati Elohim sono emersi da anni passati senza nessuna distrazione, che avrebbe potuto alleviare il dolore della loro stessa sanità divorata, e ritrovano un mondo disgustoso e corrotto, persino più di quanto loro stessi siano mai stati. Osservando un pianeta fallato, un'umanità degradata e crudele, un cosmo sminuito e appassito, spogliato dalla sua gloria, vedono una sola azione sensata: distruggere... distruggere tutto. Cancellare via questa crudele caricatura del Paradiso che un tempo avevano progettato. Dare all'umanità la silenziosa pietà della tomba. Distruggere l'opera di Dio ovunque e in qualunque modo, sperando forse di spingere Dio stesso ad annientarli. La vittoria è impossibile per i Caduti, ma essi possono essere ancora abbastanza forti da rovinare il premio, il mondo, anche se questo dovesse lottare tra i loro artigli.

Rivali: essendo una delle fazioni più radicali, hanno molti nemici. Odiano i Luciferiani per essere consapevolmente malguidati. Se Lucifero ha macchinato la Grande Fuga, ora dov'è? È nauseante guardare esseri che un tempo erano i Signori della Creazione, frugare in giro in cerca di un nuovo barbuto patriarca, che li guidi alla gloria, punisca i dannati e li accompagni a dormire la sera. Potrebbero aspettare anche Godot, così come aspettano la loro preziosa Stella del Mattino. Forse uno spettacolo ancora più repellente di vedere Elohim che fanno i bambini, è rappresentato dagli Elohim che fanno i genitori. Sono gli Umanisti passati da servire ad opporsi a Dio, venendo brutalizzati da Lui, per pensare infine di rimpiazzarlo? I Distruttori trovano ridicolo questo filo di pensieri, specialmente sapendo che gli Umanisti pensano che siano loro i pazzi. Sebbene Umanisti e Luciferiani sono dei folli a credere di poter ancora portare dei seri assalti contro Dio, almeno capiscono che c'è una guerra in atto e che non si è fermata solo perché una parte è stata battuta e sottomessa per milioni di anni. I Riconciliatori sono i vincitori della viva competizione come i più odiati dai Distruttori, forse semplicemente perché più ottimisti degli altri. L'unica fazione che i Distruttori maltollerano sono i Cercatori, perché ancora non hanno fatto niente. I Distruttori immaginano che prima o poi si stancheranno e, senza nemmeno chiedersi "Perché?", inizieranno a spaccare tutto. È solo il naturale corso degli eventi, per un realista.

Casate: il Distruttore Divoratore è uno stereotipo per una buona ragione, in quanto sono i meno inclini alla deliberata riflessione e sono gente d'azione. Contrariamente alle altre fazioni, non hanno nessuna speranza in un eventuale vittoria, quindi perché preoccuparsi di pianificare per cent'anni a venire, così come dieci o anche soltanto uno? Vivere duramente e morire duramente, sono un obiettivo onorevole per un Divoratore. I più sottili Distruttori sono gli Ingannatori, che videro affogare ogni ideale di bellezza durante la guerra e l'esilio. Ora si impegnano per rendere ancora più brutto un mondo già orrendo, e spesso sono il vellutato guanto, che di nascosto dirige il pugno di ferro di un Divoratore. Un Diavolo Selvaggio che dovesse trovarti, semplicemente ti ucciderà. Un Lammasu è più facilmente il tipo di Demone che farà si che tu ti distrugga da solo, dopo aver minato e spezzato tutto quello che una volta credevi importante. I Malefattori sono per lo più contro i Distruttori. Probabilmente la loro affinità alle profondità della Terra, fa sembrare la superficie meno decadente o offensiva ai loro occhi. Forse le loro solide e attente nature, abituate a lavorare su tempi geologici, sono inadatte alla spontaneità della fazione. O forse non possono reprimere la loro natura creative, abbastanza da potersi dire alleati della distruzione.

Personaggi noti:
- Sauriel, il Liberatore, comanda rispetto e obbedienza dei suoi compagni Divoratori. Uno dei pochi Mietitori che segue la filosofia della fazione, perseguendo la vendetta fin oltre la tomba. Un tempo uno degli Arciduchi di Lucifero, guida ora con minacce e intimidazione più che con l'arte della persuasione.
- Suphlatus, lato opposto della medaglia rispetto a Sauriel, un tempo Donatrice del Fluire delle Acque, ora Duchessa della Polvere. Crede (e proclama a gran voce) che la disfatta della ribellione fu dovuta ad un tradimento interno, specificatamente da quel ribelle che era così evidentemente assente dall'Abisso, dichiarando: "Uno che tradisce una volta, tradirà ancora". Ora si pone il compito di vanificare i migliori sforzi di Mortali, Angeli e Demoni allo stesso modo. Il suo odio per Nazathor è tale che basta mettersi accidentalmente tra le due per venire liquefatti dall'ira.

Obiettivi: sebbene abbiano una reputazione di bestiali carnefici, sono in realtà piuttosto accorti nello scegliere bersagli, che possono venire isolati e assaltati senza rappresaglie. Sono molto attivi nelle regioni di guerra, dove la loro scelleratezza può facilmente venire incolpata da entrambe le parti.